Interland Studio - Home page

Linee guida per la progettazione integrata delle strade

Periodo di riferimento: Gennaio 2001 – Giugno 2004

Committente: Regione Emilia-Romagna, Assessorato Mobilità e Trasporti - Servizio Infrastrutture Viarie e Intermodalità.

Gruppo di lavoro: prof. arch. Susanna Menichini e prof. arch. Lucina Caravaggi (coord.scientifico); ing. Luigi Napoli con arch. ing. Giovanni Zallocco, prof. arch. Rosario Pavia (RTP incaricato).
arch. Marianna Amendola (coord. tecnico operativo).

arch. Roberta Lazzarotti, arch. Angelamaria Verdi. arch. Cristina Imbroglini, arch. Romana Paglino, arch. Elena Rapetti , arch. Pierfrancesco Canali, geom. Paolo Catalini, con arch. Federica Nobili, arch. Andrea Pavia, arch. Patrizia Pulcini; arch. Andrea Pavia, arch. Cristiana Pimpini, arch. Paolo De Stefano.

Le Linee guida per la progettazione integrata delle strade, in coerenza con le finalità del Piano Regionale Integrato dei Trasporti e del Piano Territoriale Paesistico Regionale ed in sintonia con la Convenzione Europea del Paesaggio, sviluppano un approccio metodologico che considera la strada come parte integrante del territorio attraversato e il progetto come un'elaborazione complessa che richiede l'integrazione di conoscenze e tecniche differenti. L'impianto metodologico delle “Linee guida” si articola sulla base di tre concetti principali: il contesto, il paesaggio ed il progetto. Questi vengono sviluppati seguendo un percorso circolare che è possibile attraversare in più sensi, all'interno del quale la strada diventa un sistema complesso capace di accogliere le molteplici sollecitazioni che il territorio esprime, alle diverse scale, e capace di leggere gli elementi della struttura del paesaggio, per migliorare le prestazioni dell' infrastruttura stradale, contribuire a ridurre gli impatti sull'ambiente, aumentare la sicurezza degli utenti, programmare i costi economici, in relazione all'esigenza di un innalzamento della qualità degli interventi. Pur riferiti ad una particolare regione, l'approccio integrato alla progettazione stradale e l'impianto metodologico sviluppati nelle "Linee guida" risultano utilizzabili ed esportabili anche in altre realtà territoriali.